Sacchi: “I fischi a Donnarumma? Nella vita i tradimenti vengono ripagati…”

Arrigo Sacchi Arrigo Sacchi

I fischi di San Siro a Gianluigi Donnarumma durante il match di Nations League hanno fatto parecchio rumore, e non solo in campo. In molti hanno detto la loro in merito alla questione, in ultimo, anche Arrigo Sacchi, intervistato al Festival dello Sport: “Cosa penso dei fischi di San Siro a Donnarumma? Io non ho mai fischiato in vita mia, e mia figlia diceva che non ero un bravo allenatore perché non fischiavo. Però a volte però questi fischi le persone se li vanno a cercare: evidentemente, c’è stato un tradimento e, non nel calcio ma nella vita di tutti i giorni, i tradimenti vengono ripagati. Quindi non meravigliamoci per qualche fischio”.

Sacchi ha poi parlato sul momento attuale del Milan: “Sta giocando bene, lavorano bene sia il club che l’allenatore, gioca meglio delle altre ed è quasi un miracolo perché sono dei ragazzi. Con i ragazzi semini tanto per raccogliere poco. Non mi è piaciuto quando nella difficoltà ha messo sei difensori, contro l’Atletico Madrid. Pioli non dava mai un’identità, oggi dà un’identità”.

Infine sulla squadra che lui vede favorita per lo scudetto: “La favorita d’obbligo era la Juventus. Ha avuto una partenza non buona ma se davanti dormiranno può darsi che la Juve torni importante: sono curioso di vedere che cosa faranno, potrebbero recuperare. Il Napoli è davanti, ma dovrà acquisire una mentalità che non sempre ha avuto”.