Probabili formazioni Svizzera-Camerun: prima giornata Mondiali Qatar 2022

Svizzera, Embolo e Shaqiri Svizzera, Embolo e Shaqiri - Foto LiveMedia/DPPI/Orange Pictures

Le probabili formazioni di Svizzera-Camerun, match della prima giornata dei Mondiali di Qatar 2022. Si gioca alle 11:00 di giovedì 24 febbraio nella cornice dell’Al Janoub Stadium. Si tratta del primo precedente in competizioni ufficiali per le due nazionali. L’obiettivo è una partenza lampo, in un girone di ferro che coinvolge anche il Brasile e la Serbia di Vlahovic. La formazione elvetica va tenuta d’occhio in virtù degli ultimi risultati. Agli Europei ha eliminato la Francia e ha trascinato ai rigori la Spagna, mentre nelle qualificazioni mondiali ha estromesso gli azzurri dal primo posto. In compenso al Camerun la qualità non manca. Occhi puntati sul portiere Andre Onana, Vincent Aboubakar, Karl Toko Ekambi, Andre-Frank Zambo Anguissa ed Eric Maxim Choupo-Moting.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI TUTTE LE PARTITE

SVIZZERA – Il Ct Yakin sembra orientato a proporre il solito 4-2-3-1 con la diga Freuler-Xhaka in mediana. Panchina per Zakaria. Embolo guida l’attacco, Shawiri eterno a supporto. Ballottaggio tra Vargas e Okafor. Tanti elementi di spicco anche in difesa.

CAMERUN – Si va verso un 4-3-3 e la sorpresa delle convocazioni riguarda Nkoulou. Aboubakar guiderà l’attacco con Toko Ekambi e Choupo Moting.

Le probabili formazioni di Svizzera-Camerun

Svizzera (4-2-3-1): Sommer, Widmer, Akanji, Elvedi, Rodriguez; Freuler, Xhaka; Shaqiri, Sow, Vargas; Embolo
Ballottaggi: Vargas 60% – Okafor 40%; Sommer 60% – Kobel 40%
Indisponibili: –
Squalificati: –

Camerun (4-3-3): Onana; Fai, Castelletto, Nkoulou, Nouhou; Hongla, Gouet, Anguissa; Toko Ekambi, Aboubakar, Choupo Moting
Ballottaggi: –
Indisponibili: –
Squalificati: –

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio