Pandev, addio al Genoa: “Fa male, ma non avevano più bisogno di me”

Goran Pandev, Genoa - foto Antonio Fraioli

Goran Pandev sceglie il Parma, dopo l’addio al Genoa. Il calciatore macedone ha raccontato il suo addio a Il Secolo XIX, definendolo “doloroso“. ““Se penso al Genoa? Mi fa male, ovvio che fa male… i primi 4 giorni dopo l’addio non ho dormito”. Sulla scelta di lasciare il club rossoblù Pandev ha raccontato: “Non avevo paura di retrocedere ma al Genoa mi hanno fatto capire che non avevano più bisogno di me. E così ho compreso che ho fatto la scelta giusta, per sentirmi ancora vivo. Quando sono andato in sede e ho visto gente felice che andassi via. Ero dispiaciuto ma ho capito che era finita. Quando ho detto della chiamata del Parma a Zarbano, Spors e agli altri dirigenti, nessuno mi ha detto ‘rimani, aiuta i ragazzi’. Mi hanno detto: ‘se hai deciso di andare, vai’. Si vedeva che erano contenti e ho voluto togliere il disturbo. Negli ultimi tre mesi mi sentivo di peso. E questo vale anche per altri dei vecchi”. Poi si è soffermato a parlare di un possibile ritiro a fine stagione dichiarando: “Si, stavolta sì. Forse ho sbagliato a continuare dopo l’Europeo, ma ci tenevo“.