Europei Under 17 2022: non riesce la rimonta all’Italia, in semifinale ci va l’Olanda

Europei U17

L’Italia abbandona gli Europei Under 17 tra gli applausi, cedendo a una fortissima Olanda. La selezione allenata da Bernardo Corradi soffre nel primo tempo la superiorità tecnica degli avversari, ma nel secondo tempo accorciano e inseguono un pareggio che non arriva: 2-1 il risultato a favore degli Oranje, che in semifinale affronteranno la vincente tra Danimarca e Serbia.

IL CALENDARIO DEGLI AZZURRI

IL TABELLONE DELLE SEMIFINALI

IL PROGRAMMA DEI QUARTI DI FINALE

LA PARTITA – L’Olanda è subito pericolosa con Slory, che si propone per l’uno contro uno sulla destra, vinto da Mane. Di fatto, sono gli Oranje a comandare le azioni nel primo tempo, dove gli azzurrini fanno fatica. Al 27′, l’Olanda passa in vantaggio: Magro è bravo a immolarsi in uscita su Breinburg, ma la palla rimane in area azzurra e Misehouy insacca sotto misura rendendo inutile il tentativo in extremis di Chiarodia. La reazione dell’Italia è repentina con il recupero palla di Ciammaglichella che permette a Quieto di involarsi verso la porta avversaria, ma Kuijsten devia in angolo. In chiusura di primo tempo, al 42′, arriva il raddoppio: Slory viene fermato da Chiarodia, la palla arriva tra i piedi di Misehout che può servire Van Duiven, il quale insacca di testa da pochi passi.

In avvio di secondo tempo, l’Olanda ha subito l’occasione per chiudere i conti, ma Babadi manca lo specchio per pochi centimetri. L’Italia cresce alla ricerca del gol che permetterebbe di riaprire il match: non ci riesce Saiani, liberato al tiro dopo un rimpallo fortunoso, con Kuijsten che si fa trovare pronto. L’appuntamento con la rete è però rinviato di pochi minuti: al 64′, Lipani svetta su tutti sul calcio d’angolo battuto da Bruno. Corradi predispone un assetto super offensivo, che espone ovviamente la retroguardia azzurri alle ripartenze: e proprio in una situazione del genere, arriva la grande occasione ancora per Babadi, che tutto solo davanti a Magro colpisce la traversa. Il finale vede l’Italia provare il tutto per tutto, con Kuijsten che si deve impegnare per respingere il tentativo di Vacca, ma il gol del pareggio non arriva.