Bulgaria-Inghilterra: inglesi pronti a ritirare la squadra in caso di nuovi cori razzisti

Dopo gli insulti a sfondo razzista contro Raheem Sterling, la Nazionale inglese sarebbe pronta a ritirare la squadra dal campo nel caso in cui i tifosi bulgari dovessero ripetere i cori nella prossima sfida tra le due selezioni. In occasione della gara valevole per la qualificazione a Euro 2020, disputata allo stadio di Wembley, un tifoso bulgaro è stato allontanato dall’impianto e condotto nella stazione di polizia per aver insultato, con toni razzisti, Sterling. La Bulgaria il prossimo 14 ottobre affronterà l’Inghilterra tra le mura amiche con una parte dello stadio chiuso per via dei comportamenti razzisti avuti in occasione delle partite disputate contro Repubblica Ceca e Kosovo. Con un nuovo caso di razzismo, però, l’Inghilterra potrebbe abbandonare il terreno di gioco in segno di protesta: “Siamo coscienti della loro storia e ci stiamo preparando su come potremo rispondere e cosa potrebbe accadere – ha dichiarato il ct Southgate – Anche contro il Montenegro ho sentito un insulto rivolto a Rose verso la fine della partita, non ho alcun dubbio che sia successo. Ci assicureremo che venga segnalato ufficialmente alla Uefa“.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.