Mourinho: “Cristiano Ronaldo è da studiare a livello genetico, pensa solo a vincere”

Josè Mourinho - Foto Aleksandr Osipov - CC BY-SA 2.0

José Mourinho ha parlato, a Canal 11, durante un’intervista di Cristiano Ronaldo: “E’ un fenomeno, pensa solo a vincere, a fare e a dare sempre di più. Non ha altri obiettivi. Quello che fa, dunque, non mi sorprende per nulla. Per me è un caso da studiare anche a livello genetico, perché la sua mentalità è una cosa assai rara”. L’allenatore portoghese ha allenato il numero 7 bianconero ai tempi del Real Madrid e ha poi aggiunto: “Quando avrà 50 anni, dopo avere smesso di giocare a livello agonistico, la Fifa inviterà Ronaldo a una partita di leggende del calcio, lui giocherà e naturalmente segnerà anche un gol. Cristiano è fatto cosi”.

 

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna