Uruguay, Alonso: “Abbiamo strumenti per essere pericolosi, domani conta solo il risultato”

Diego Alonso Diego Alonso, Uruguay - Foto LiveMedia/Jean Catuffe/DPPI

Alla vigilia del match contro il Portogallo, valevole per la seconda giornata del girone H dei Mondiali di Qatar 2022, il commissario tecnico dell’Uruguay, Diego Alonso, ha parlato in conferenza stampa: “Ci sarebbe piaciuto vincere contro la Corea ma non dobbiamo minimizzare il risultato che abbiamo ottenuto né sottovalutare l’avversario che abbiamo affrontato. È un Mondiale equilibrato, abbiamo visto cosa è successo ad Argentina e Germania e quanto ha faticato il Portogallo col Ghana. I lusitani sono una squadra che si conosce e che conosce il suo allenatore, giocano insieme da tempo, possono giocare in contropiede perché hanno velocità ma possono anche fare una partita di possesso, è una squadra completa. Però anche noi abbiamo gli strumenti per essere pericolosi. Quello che conta di più domani è il risultato e ci interessa quello. E per fare risultato dobbiamo far sì che la partita prenda una piega a noi favorevole”.

“Ma tutte le partite sono diverse, anche se la competizione è la stessa. Non ci sono giocatori intoccabili. Credo che in questi miei undici mesi da ct ho dimostrato che ogni partita fa storia a sé e che tutti i giocatori hanno le loro opportunità. Quello che posso garantire è che metto quelli che vedo meglio e che ritengo più adatti. Fa parte del mio lavoro osservare i giocatori quotidianamente e scegliere chi schierare”, ha concluso l’allenatore.

About the Author /

Mi chiamo Daniele Forsinetti, sono nato il 30 novembre 1996 ed ho una grande passione per la maggior parte degli sport. Scrivo per Sportface.it dal marzo 2020 e sogno di diventare un giornalista sportivo.