Qatar 2022, Nadal: “Giusto esprimere la propria opinione sul tema dei diritti”

Rafael Nadal Rafael Nadal - Foto Ray Giubilo

È evidente che siamo in un mondo globalizzato, di volta in volta le persone devono avere sempre più diritti. Lo sport permette di avere una grande esposizione mediatica. In questo senso, concordo che tutti debbano avere la libertà di poter esprimere i sentimenti che si provano, sempre senza nuocere gli altri”. Lo ha detto Rafa Nadal in merito alle prese di posizione di alcune federazioni calcistiche sul tema dei diritti umani in Qatar, che sta ospitando i Mondiali di calcio. “Le decisioni che la FIFA prende o meno sono le regole. È il loro evento. Altri hanno la libertà di esprimersi e mostrare il loro disaccordo, che è ciò che sta accadendo. Per me è importante che si finisca per giocare a calcio, giocare a tennis, fare sport, e che tutto il resto sia solo una piattaforma per migliorare il mondo. Ma quando c’è un evento sportivo di questo tipo, è giusto che lo sport rimanga la cosa principale. Il resto sono cose che il mondo deve migliorare per andare verso un futuro migliore”, spiega il tennista spagnolo come riporta Puntodebreak.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio