Mondiali Qatar 2022, Iran-Stati Uniti ad alta tensione: minacce e controlli da Teheran

Iran Iran esultanza - Foto LiveMedia/Nigel Keene/DPPI

Tensione molto alta, e non dal punto di vista sportivo, per il match di stasera tra Iran e Stati Uniti ai Mondiali di calcio in Qatar. Vuoi perché il Paese asiatico sta vivendo dei mesi piuttosto concitati, ricchi di agitazioni e proteste dopo la morte di Mahsa Mini, uccisa a 22 anni a settembre perché “portava il velo in modo scorretto”. Vuoi perché la tensione dal punto di vista politico tra Iran e Stati Uniti è alta da ormai diversi decenni.

Cnn ha rivelato che dopo il mancato canto dell’anno durante la prima partita, i calciatori iraniani sono stati convocati dal Corpo delle guardie rivoluzionarie di Teheran, minacciando di “violenze e torture” i loro familiari se il silenzio si fosse ripetuto anche nella sfida con il Galles, vinta 2-0. La stessa fonte parla anche di decine di ufficiali delle Guardie rivoluzionarie che sorvegliano sia il comportamento dei tifosi sugli spalti che dei giocatori, a cui sarebbe stato vietato, nelle ore di libertà, di socializzare o incontrare stranieri.