Mondiali 2022, Pandev: “Agli amici italiani dicevo ‘attenti alla Macedonia'”

Diego Laxalt, Goran Pandev, Oscar Hiljemark, Ervin Zukanovic Diego Laxalt, Goran Pandev, Oscar Hiljemark, Ervin Zukanovic, Genoa 2017-2018 - Foto Antonio Fraioli

L’Italia non si è qualificata ai Mondiali 2022, ma per una squadra che fa i conti con l’atroce delusione ce n’è sempre una che esulta. La Macedonia del Nord ha vinto all’ultimo minuto la sfida a Palermo, estromettendo gli Azzurri di Mancini dalla Coppa del Mondo in Qatar. Una partita che Goran Pandev, simbolo della Macedonia che ha giocato per vent’anni nel campionato italiano, ha vissuto con grande trasporto. “L’Italia per me è una seconda casa, i miei bambini sono nati qua, mi sento metà italiano, però in quella partita ovviamente ho fatto il tifo per la Macedonia” ha detto Pandev a ‘Extratime’ su Radio1 Rai.

Gli amici italiani mi dicevano che era una partita facile, che l’Italia avrebbe fatto 4 o 5 gol e si sarebbe preparata per la finale del play Off. Io invece dicevo di stare attenti perché la Macedonia se ha l’occasione il gol lo fa e in contropiede è pericolosa. Abbiamo fatto gol all’ultimo minuto e per l’Italia è stato impossibile recuperare” ha spiegato Pandev tornando sulla partita dello scorso marzo a Palermo.