Combinazioni girone D: Francia ok, Australia, Danimarca e Tunisia lottano per un posto agli ottavi

Jackson Irvine Jackson Irvine, Australia - Foto LiveMedia/Jean Catuffe/DPPI

Prosegue la terza e ultima giornata della fase a gironi dei Mondiali di Qatar 2022, alle ore 16 tocca al girone D con le partite Tunisia-Francia e Australia-Danimarca. I blues sono già qualificati, seppur non ancora come primi, gli oceanici, gli scandinavi e i nordafricani ancora in corsa per il secondo posto. Andiamo a scoprire allora quali sono le combinazioni aggiornate a 90 minuti dal termine, con tutti gli scenari possibili per questo entusiasmante gruppo che regalerà ancora fuochi d’artificio.

REGOLAMENTO COSA CONTA A PARI PUNTI?

COMBINAZIONI GIRONE C CON L’ARGENTINA

SEGUI LA CLASSIFICA AGGIORNATA LIVE

LA CLASSIFICA DEL GIRONE D

Francia 6 (6:2)
Australia 3 (2:4)
Danimarca 1 (1:2)
Tunisia 1 (0:1)

FRANCIA – La qualificazione è già ottenuta in virtù delle due vittorie, ma manca ancora la certificazione del primo posto. Questa avverrà con una vittoria o con un pareggio, indipendentemente dal risultato dell’altra partita, ma presumibilmente anche con una sconfitta. In tal caso, soltanto una contemporanea vittoria dell’Australia andrebbe a mettere a rischio la leadership dei campioni del mondo, ma con punteggi tali da mettere a rischio il primato nella differenza reti. Al momento +4 per la Francia e -2 per l’Australia, dunque non basterebbe nemmeno un doppio 3-0 per la Tunisia e per l’Australia a qualificare la Francia come seconda.

AUSTRALIA – Gli aussie hanno una certezza: vincere contro la Danimarca vuol dire ottavi, ma anche il pareggio potrebbe andar bene se la Francia, come prevedibile, non perderà contro la Tunisia. La sconfitta invece costerebbe agli oceanici la certa eliminazione.

DANIMARCA – Fluida la situazione dei danesi, che hanno un solo risultato su tre. Che peraltro non basta ad avere la certezza del secondo posto, ma solo quella di scavalcare l’Australia. Una volta raggiunti i 4 punti, infatti, bisognerà contemporaneamente tifare per la Francia, affinché non perda contro la Tunisia. In quel caso, con due squadre a 4, tra Tunisia e Danimarca sarebbe decisiva la differenza reti, in partenza uguale, ma con i danesi avanti perché hanno segnato un gol in più (è il secondo criterio).

TUNISIA – Vincere, e già sarebbe un miracolo, e sperare. I tunisini intanto devono avere la meglio della Francia, poi la matematica arriverebbe in caso di pareggio tra Australia e Danimarca (a pari punti con gli australiani avrebbero una differenza reti di sicuro migliore). Se dovessero vincere gli oceanici, eliminazione per i nordafricani, se dovesse vincere la Danimarca invece a quel punto bisognerà andare a verificare differenza reti o i criteri successivi tra i maghrebini e gli scandinavi.