Combinazioni girone C: Polonia, Argentina, Arabia Saudita e Messico in corsa per gli ottavi

Lionel Messi Argentina Lionel Messi - Foto LiveMedia/Sebastian El-saqqa/DPPI

Nella terza e ultima giornata della fase a gironi dei Mondiali di Qatar 2022 riflettori puntati alle ore 20 sull’intricato girone C con le sfide decisive Polonia-Argentina e Messico-Arabia Saudita. Tutte e quatto le squadre sono ancora coinvolte nella lotta per qualificarsi agli ottavi di finale, naturalmente ciascuna con più o meno probabilità di altre. Andiamo allora a scoprire quali sono le combinazioni in questo gruppo che tiene col fiato sospeso quattro nazioni e gli spettatori neutrali.

REGOLAMENTO COSA CONTA A PARI PUNTI?

COMBINAZIONI GIRONE D CON LA FRANCIA

LA CLASSIFICA DEL GIRONE C

Polonia 4 (2:0)
Argentina 3 (3:2)
Arabia Saudita 3 (2:3)
Messico 1 (0:2)

POLONIA – Destino nelle proprie mani per i polacchi che possono anche permettersi di pareggiare. Solo con una vittoria, però, c’è anche la certezza del primo posto, e dunque di evitare la Francia agli ottavi. Con una sconfitta di misura invece, dovrà tifare per un pareggio tra Messico e Arabia Saudita o per una vittoria – sempre di misura – dei messicani, se invece i polacchi dovessero perdere con due gol di scarto le cose per loro si complicano e, fermo restando che una vittoria contemporanea dell’Arabia Saudita significa eliminazione, con gli altri due risultati da questa partita bisognerebbe verificare differenza reti (in partenza +2 per la Polonia, -2 per il Messico, -1 per l’Arabia Saudita e criteri successivi in caso di parità.

ARGENTINA – Destino nelle proprie mani anche per l’Argentina, che in caso di vittoria sarebbe anche praticamente certa del primo posto (ma occhio all’Arabia Saudita se dovesse vincere con uno scarto di due gol superiore rispetto all’Albiceleste). Col pareggio argentini qualificati solo con un pareggio tra Messico e Arabia Saudita o con una vittoria dei messicani che non vada oltre i due gol di scarto, con tre gol di scarto (differenza reti uguale di +1 in tal caso) si andrebbero a interpellare i criteri successivi in caso di parità. Una sconfitta, invece, vuol dire sicura eliminazione.

ARABIA SAUDITA – E tre: destino nelle proprie mani pure per l’Arabia Saudita, alla quale basta una vittoria per gli ottavi. Se larga, potrebbe anche valere il primo posto, a patto che la Polonia non vinca e che in caso di vittoria dell’Argentina sia di misura (bisognerà vedere la differenza reti). In caso di pareggio, invece, l’Arabia Saudita deve tifare per la Polonia oppure per una vittoria larga dell’Argentina con tre gol di scarto. Sconfitta fatale ai sauditi.

MESSICO – Niente destino nelle proprie mani per il Messico, che ha un solo risultato su tre contro l’Arabia: deve infatti vincere, poi sperare in una sconfitta dell’Argentina contro la Polonia, oppure in un pareggio. In questa situazione, però, la vittoria del Messico deve avere uno scarto di più di tre gol, o di tre gol ma con un numero di gol segnati superiore a quello dell’Argentina. Se dovesse invece vincere l’Argentina, lo stesso discorso va affrontato in relazione al confronto Messico-Polonia: differenza reti al momento di +2 per i polacchi e -2 per i messicani, chiamati in tal caso a vincere con almeno tre gol di scarto oppure a sperare in una larga vittoria argentina che possa aiutare a colmare il gap nella differenza reti o nei successivi criteri in caso di parità.