Mondiali donne 2019, Gama: “Impariamo a giocare sotto pressione, ci copriamo gli errori a vicenda”

Sara Gama Sara Gama - Foto Threecharlie CC BY-SA 4.0

Ai microfoni della Rai giungono il capitano Sara Gama e Barbara Bonansea dopo la vittoria per 2-1 contro l’Australia: una partita vinta dalle azzurre nonostante le difficoltà trovate, prima col rigore subito e in seguito con i due gol annullati.

La prima intervistata è stata il difensore centrale: “Se l’Australia si trova in quel posizione nel ranking significa che è un grande squadra. Apprezzo l’affetto delle persone venute dall’Italia: eravamo per questo motivo abbastanza ovattare. Il calore del pubblico è stato fuori dal comune, come la nostra felicità in questo momento”. Si è poi parlato del come la partita è stata vinta: “La partita è stata vinta nei migliori dei modi: se vinci così dimostri solo grande cuore. Il rigore ci ha tagliato le gambe, ma devo dire che stiamo imparando l’abitudine di giocare sotto pressione. Siamo contente così”. L’ultima domanda era inerente al festeggiamento delle azzurre a fine partita, nella quale il capitano ha concesso un rigore alle avversarie: “Ho detto loro semplicemente grazie. E’ questa la forza del gruppo: sappiamo coprire gli errori l’un dell’altra”.

Intervistata anche la “Woman of the Match”, autrice di una doppietta: “I miei genitori sono venuti a vedermi in camper, sono venuti qua facendo un sacrificio per vedere i miei sacrifici. Sono felice, non potevo sognare partita migliore. Il rigore? Ci ha tagliato le gambe. L’episodio sfavorevole? Ci ha messo momentaneamente KO, ma abbiamo reagito da squadra”. Alla domanda inerente all’Australia, che era stata avvisata della bravura dell’attaccante, ha risposto: “Davanti non ci sono solo io, tutto il reparto offensivo è forte”.