Milan, Bonaventura: “Tatticamente siamo più aggressivi, corti e compatti”

Giacomo Bonaventura Giacomo Bonaventura - Foto Antonio Fraioli

Giacomo Bonaventura, nonostante un periodo in cui si parla solo di Ibrahimovic, può considerarsi come il vero e proprio acquisto dei rossoneri: partito titolare contro Napoli e Parma, l’ex Atalanta sembra ora titolare fisso nello scacchiere di Pioli. Nella sua intervista rilasciata a Sky Sport, ha parlato anche del momento vissuto dalla squadra rossonera e del prossimo impegno, contro il Bologna degli ex Mihajlovic e Poli: “Da quando il mister è arrivato, un po’ la situazione è cambiata. Tatticamente siamo più aggressivi, più corti e compatti; questo permette di sfruttare al meglio le qualità di ognuno di noi, anche di quei giocatori che non avevano reso per il meglio prima. Con Pioli hanno alzato il livello e si stanno esprimendo tutti un po’ meglio”. Di seguito le sue dichiarazioni complete:

SULLA CLASSIFICA“Non rispecchia il potenziale di questa squadra. Le prestazioni si sono alzate e questo ci può portare a migliorare”.

SU BOLOGNA-MILAN“Una partita importantissima, dobbiamo dare continuità ai risultati. A Parma non era facile vincere ma ci siamo riusciti, se non vinciamo a Bologna non troveremo continuità nei risultati”.

SUL RAPPORTO CON MIHAJLOVICStraordinario, aveva creato qualcosa di bello qui. È un uomo vero col cuore grande, sapeva tirare fuori tanta grinta e tanto carattere nel momento del bisogno e lo sta facendo anche adesso”.

SUL RIENTRO“Sono contento per le buone prestazioni. Un po’ di emozione c’è stata, dentro di me sapevo che sarei tornato a giocare bene”.

SULLO STARE IN PANCHINA“Stare fuori e vedere gli altri giocare un po’ dà fastidio, ma la salute viene prima di tutto. Io ho pensato solo a recuperare bene. Probabilmente all’inizio non avevo ancora la forza muscolare per sopportare certi carichi di lavoro, adesso mi sono adattato e sono contento della mia condizione”.