Massimiliano Allegri: “Voglio un club per vincere, due anni fa ero vicino al Real Madrid”

Massimiliano Allegri - Juventus - Foto Bruno Silverii

Da un anno Massimiliano Allegri non siede più sulla panchina della Juventus e attende la chiamata di un club che ambisca a vincere. Il tecnico livornese, come rivela a Marca, è pronto a guidare una squadra in Liga (possibile l’ingaggio del Barcellona) e rivela di essere stato vicino al Real Madrid dopo il primo addio di Zidane: “Non mi interessa davvero dove, sto cercando un club con cui condividere un progetto e dove ho l’ambizione di competere per vincere. Liga spagnola? Chi nella loro mente giusta risponderebbe a questa domanda no? Nessuno. Due anni fa ci fu un contatto con il Real Madrid ma non accadde nulla perché avevo un contratto con la Juve. Avevo un forte impegno morale nei confronti del club e della sua gente”.

Allegri parla anche della Juventus, definendola come una squadra “costruita per vincere e vincere. Solo per quello. Per questo penso che lo possa fare ancora per anni”. Mentre su Lautaro Martinez e il suo possibile futuro lontano dall’Inter: “La maglia del Barça pesa molto e ogni giocatore al mondo deve avere la forza e la personalità per indossarla. Lautaro ha tutte le qualità per avere successo. Oggi sta andando molto bene all’Inter, ma vedremo se un giorno potrà dimostrarlo al Camp Nou”.