Serie C, Ghirelli contro Aic: “Basta minacce, il campionato riparte”

Francesco Ghirelli

Il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli ha risposto senza troppi giri di parole alle dichiarazioni del vicepresidente dell’Aia Umberto Calcagno: “Non ci sono dubbi sul fatto che il 27 settembre il campionato ripartirà. I presidenti hanno votato le nuove regole in Assemblea ed i tifosi non vedono l’ora di tornare a vedere la loro squadra in azione nonché uno squarcio di normalità. I presidenti stanno facendo il possibile per permettere ai calciatori di tornare a svolgere il proprio lavoro, soprattutto in termini economici, e l’Avv. Calcagno farebbe bene ad evitare di gettare fango su di loro. Non è più possibile accettare minacce e accuse – ha tuonato Ghirelli – L’unica soluzione per Calcagno è lo sciopero e rinviare la partenza del campionato. A lui non interessano eventuali danni, che potrebbero causare problemi agli stessi calciatori che dovrebbero essere tutelati proprio da lui. Lo sciopero è assolutamente un diritto dei lavoratori, ma in questo caso non gioverebbe a nessuno. Mi auguro che se ne rendano conto al più presto“.