Serie C 2020/2021: la Vibonese ferma il Catania, spettacolo al Nereo Rocco tra Triestina ed Arezzo

La Vibonese ferma il Catania sull’1-1 nel match del Luigi Razza valevole per la ventisettesima giornata del girone C del campionato di Serie C 2020/2021: all’iniziale vantaggio calabrese siglato da Plescia risponde la marcatura di Sarao. Nel girone B termina in parità anche al Nereo Rocco tra Triestina ed Arezzo con gli amaranto che vanno in vantaggio due volte con Pinna, per poi essere riprese dalla doppietta di Gomez.

VIBONESE-CATANIA

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

L’inizio di partita non è molto vivace, poiché le due squadre decidono di ragionare, concedendosi una lunga fase di studio. Con il passare dei minuti gli ospiti provano ad alzare il ritmo, tant’è che al 16′ si ritagliano la prima occasione con una conclusione dalla distanza di Russotto che, dopo la deviazione di un difensore avversario, diventa facile preda di Marson. Gli etnei sono padroni assoluti del campo, ma non trovano sbocchi per concretizzare le loro manovre offensive e sono costretti a tentare ripetutamente dei tiri da fuori area che non portano i risultati sperati. I padroni di casa, dal canto loro, si difendono come possono per poi ripartire in contropiede, come al 37′ quando Vincenzo Plescia si mette in proprio, salta Giosa e Welbeck con una bella giocata e batte Confente, portando in vantaggio i suoi. La reazione dei rosso-azzurri non si fa attendere, tant’è che al 41′ trovano la rete del pareggio grazie ad un colpo di testa di Manuel Sarao sugli sviluppi di calcio d’angolo. Si torna negli spogliatoi sul punteggio di 1-1.

Nella ripresa il Catania cerca di imporre il proprio ritmo all’incontro, ma la Vibonese resta molto concentrata e non concede spazi agli avversari. La partita vive una fase di stallo, in cui nessuna delle due compagini sembra in grado di poter prevalere sull’altra. Il più pericoloso tra le fila dei siciliani è ancora Russotto che, come nel primo tempo, ci prova con delle conclusioni dalla distanza, ma Marson si fa trovare sempre pronto a sventare la minaccia. Gli uomini di Giuseppe Raffaele attaccano fino alla fine dei novanta minuti, ma senza mai riuscire ad impensierire la retroguardia calabrese, che blinda l’1-1 e porta a casa un prezioso punto.

TRIESTINA-AREZZO

RIVIVI IL LIVE DEL MATCH

La formazione ospite si rende protagonista di un eccezionale avvio di gara, portandosi in vantaggio dopo soli tre minuti grazie al gol di Paride Pinna, che pennella un bellissimo sinistro ad effetto su calcio di punizione ed insacca alle spalle di Offredi. Qualche minuto più tardi i toscani si costruiscono la chance per il raddoppio con una grande azione di Perez, che entra in area e mette un insidioso pallone a ridosso della linea di porta, dove non ci sono compagni pronti al tap-in. I friulani pian piano riorganizzano le idee e, dopo aver sfiorato due volte la rete con Sarno, raggiungono il pareggio al 21′ con Guido Gomez, che sfrutta perfettamente un cross di Calvano per realizzare l’1-1. Gli amaranto, però, non si lasciano scoraggiare e cinque minuti dopo tornano avanti nel punteggio, ancora una volta con un meraviglioso sinistro a giro di Pinna su calcio di punizione. Si va a riposi con i toscani in vantaggio 2-1.

In apertura di ripresa la Triestina carica a testa bassa andando a caccia del gol del pari, l’Arezzo va in difficoltà e al 56′ concede un calcio di rigore ai rivali: sul dischetto si presenta Guido Gomez che spiazza Sala e sigla la sua personale doppietta. Gli uomini di Roberto Stellone, colpiti a freddo, hanno subito una grande chance con Serrotti per riportarsi in vantaggio, ma Offredi compie un vero miracolo sulla zuccata del centrocampista e salva il risultato. Nell’ultima mezz’ora le occasioni non mancano da ambedue le parti, ma punteggio resta bloccato sul 2-2 sino al triplici fischio del direttore di gara Andrea Bordin.