Playoff Serie C 2019: il Potenza supera 3-1 il Francavilla con grande cinismo

Finisce 3-1 la sfida tra Potenza e Virtus Francavilla, incontro valido per il secondo turno dei playoff di Serie C 2019. Il Potenza giunge alla fase nazionale grazie a un cinismo spietato: nel primo tempo gli uomini di Raffaele meriterebbero di andare sotto, ma hanno la capacità nel secondo tempo di tenere botta e di dare il colpo di grazia alla Virtus. In seguito al gol di Piccinni gli uomini di Trocini abbandonano psicologicamente la partita e, di conseguenza, beccano anche la terza rete di Lescano. Inutile il gol della bandiera all’87’ di Puntoriere.

LA CRONACA – Si parte subito con ritmi molto intensi: si mantiene questo profilo per i primi 10 minuti, dove tuttavia non accade granché. Inizia poi il dominio della Virtus, che prima si vede clamorosamente respinto un tentativo ravvicinato di testa di Sirri da parte di Ioime e poi si fa nuovamente vedere dalle parti dell’estremo difensore con Sarao e Tiritiello. Poteva essere un ottimo preludio a un meritato gol del vantaggio, ma gli ospiti subiscono sia il danno che la beffa: al 27′ Nordi deposita la palla nella propria rete e dà ai lucani un vitale gol del vantaggio. La Virtus subisce un tremendo contraccolpo psicologico e negli ultimi 15 minuti del primo tempo non accade nulla di rilevante, complice anche un campo davvero pesante sul quale è davvero complicato giocare.

Nella ripresa la Virtus ha una doppia occasione nel giro di due minuti per pareggiare: Ioime è tuttavia superlativo prima su Partipilo e poi su Mastropietro. Al 70′ arriva il raddoppio del Potenza, che spezza definitivamente le gambe agli uomini di Trocini: Piccinni impatta di testa su corner facendo esplodere il Viviani. La Virtus non ha più le energie fisiche (dato che ha attaccato tutta la partita) né ovviamente mentali: arriva il fisiologico terzo gol dei padroni di casa, che colpiscono con Lescano. All’80’ Ioime conferma lo status di migliore in campo con un salvataggio sulla linea dopo il colpo di testa di Sirri: l’estremo difensore deve però arrendersi all’87’, quando arriva il gol della bandiera di Puntoriere.