Il racconto di Valon Behrami: “Quando giocavo a Napoli mi puntarono una pistola alla testa”

Valon Behrami - Official Watford Facebook Page

“Ero in macchina e ho notato qualcuno che mi seguiva. Mi hanno rotto lo specchietto, ho abbassato il finestrino e mi hanno puntato una pistola alla testa. Mi hanno rubato anche l’orologio. Uno indossava una calza in testa, l’altro l’ho visto e sono andato alla Polizia a denunciarlo, identificando il ladro, come avviene nei film. Ma nei due-tre mesi prima del processo ho ricevuto minacce dalla famiglia di quest’uomo. Un giorno andai dal parrucchiere con mia figlia e mi rubarono l’auto. Lì ho detto: basta, voglio andarmene da qui”. Questo il racconto a ‘Blick’ di Valon Behrami su un accaduto relativo ai tempi in cui militava tra le fila del Napoli. L’ex centrocampista di nazionalità svizzera ha giocato anche con le maglie di Brescia, Verona, Udinese, Fiorentina, Lazio e Genoa in Italia.