Euro 2020, Vezzali: “Italia razzista? No, conta solo la meritocrazia”

Valentina Vezzali - Foto Marie-Lan Nguyen CC BY 3.0

Italia razzista? Conosco benissimo Mancini, lui è un mio concittadino e credo che lo sport sia meritocrazia. Le convocazioni vanno fatte in base al valore di ogni singolo atleta, non al colore della pelle. Non mi sento di commentare questo tipo di insulto. Queste sono le parole di Valentina Vezzali, Sottosegretario allo Sport, intervenuta a TG2 Post a proposito della polemica scoppiata in Francia per la mancanza di calciatori di colore all’interno della nazionale italiana, risultata sterile dopo le dichiarazioni dell’ex sportiva. Vezzali ha negato categoricamente l’accusa arrivata dai media francesi in merito alla presunta discriminazione razziale del commissario tecnico Roberto Mancini, in vista di Euro 2020.