Euro 2020, Gravina: “Atleti vaccinati per svolgere l’evento con la massima sicurezza”

Gabriele Gravina Gabriele Gravina - Foto Figc

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, a margine della vaccinazione effettuata allo Spallanzani di Roma agli atleti indicati dalla lista del ct della Nazionale Roberto Mancini in vista dell’Europeo, ha spiegato l’importanza della giornata odierna: “Questa è l’occasione per ringraziare il governo per aver permesso di disputare qui in Italia la fase finale dell’Europeo, e perché ci consentirà di far svolgere questo evento con la massima sicurezza, per quanto riguarda gli atleti. Noi ci preoccuperemo anche della sicurezza per quanto riguarda tutti colori i quali vorranno vivere l’evento sportivo. Secondo i principi indicati dal governo, ci posizioniamo a valle delle fasce protette che hanno bisogno di maggiori attenzioni. Oggi 12 atleti vaccinati a Roma, a Milano altri 14-15, solo il numero di giocatori indicati da Mancini che poi sarà ristretto quando dovremo mandare la lista ufficiale della Uefa. Grazie al governo e alla Uefa, al generale Figliuolo che ha concesso questa opportunità”.

L’attaccante della Nazionale Ciro Immobile ha voluto ringraziare sanitari, Figc e Governo per l’opportunità: “Ringrazio a nome di tutti i sanitari che ci hanno fatto il vaccino per l’ospitalità e per l’organizzazione. Siamo rimasti stupiti. Siamo felici e orgogliosi di aver fatto questo e di essere d’esempio per tutti per ribadire ancora una volta che la vaccinazione è importante: spero che arriverà presto per tutti. Grazie alla Figc e al governo per questa opportunità”.