Dazn risponde alla convocazione del ministro Giorgetti: “Disponibili al confronto”

Tiene banco ancora una volta la vicenda per la quale DAZN ha cambiato le regole in corsa. Come noto da ieri (9 novembre ndr), il broadcast inglese ha deciso di mettere fine, da metà dicembre, alla doppia fruizione in contemporanea da due device diversi. Questa notizia, un fulmine a ciel sereno per tutti gli abbonati, ha scatenato le ire anche del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Il ministro, infatti, ha convocato a Palazzo Piacentini per il 16 novembre l’azienda, che ha prontamente risposto con un comunicato.

“Come di consueto siamo disponibili alla collaborazione e al confronto con le autorità e le istituzioni. A questo riguardo, abbiamo prontamente accolto l’invito da parte del ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, e del sottosegretario Anna Ascani, ad un confronto da svolgersi all’inizio della prossima settimana”. Queste le dichiarazioni di DAZN all’Ansa. DAZN infatti, detiene i diritti televisivi della Serie A di calcio per il triennio 2021-24. In questo inizio di stagione però, sono stati più i disservizi che il resto. Parola adesso alle istituzioni.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.