Scontri Fiorentina-Atalanta, Curva Nord bergamasca: “Vogliamo la verità” (FOTO)

Atalanta - Foto Luca Viscardi CC BY-SA 2.0

Vogliamo la verità su quanto accaduto ieri in quella superstrada, i tifosi atalantini non avevano nessun motivo per creare casini“. Con un comunicato sui propri profili social, la Curva Nord bergamasca racconta una versione differente rispetto a quanto riportato dai media quest’oggi a seguito degli scontri tra i tifosi dell’Atalanta e le forze dell’ordine dopo Fiorentina-Atalanta, andata della semifinale della Coppa Italia 2018-19. Centotrenta ultrà bergamaschi identificati e sotto indagine, cinque agenti delle forze dell’ordine feriti: questo quanto scritto dalla maggior parte dei media in giornata. Ma la Curva Nord non ci sta e chiede la verità, ecco un piccolo estratto del comunicato: “Sulla strada del ritorno, scortata in superstrada, la carovana dei quasi 20 bus viene separata e divisa dalle forze dell’ordine per, così riferiscono, “controllare un pullman che si stava staccando”. È qui che il reparto celere fa accostare il primo pullman, facendo aprire le porte e salendo a bordo (già in assetto antisommossa), colpendo e ferendo indistintamente tutti gli occupanti e rompendo i finestrini dopo aver divelto la porta anterioreVOGLIAMO LA VERITÀ su quanto accaduto ieri in quella superstrada, i tifosi atalantini non avevano nessun motivo per creare casini quindi molto probabilmente qualcosa nella gestione dell’ordine pubblico non ha funzionato”.

L’autore: /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.