Qualificazione, Lulic e Muriqi. La Lazio batte un colpo in Coppa Italia

Vedat Muriqi Vedat Muriqi - Foto Antonio Fraioli

La Lazio c’è. Sotto tono, lontana parente di quella arrembante nel derby, sfortunata nel primo tempo (due pali) e con un pizzico di buona sorte nel finale col gol del 2-1 ma comunque capace di raggiungere l’obiettivo. La squadra di Simone Inzaghi batte 2-1 un Parma con tanti assenti e un turn over ancora più pesante ma con qualche giovane che ha più che convinto (Dierckx su tutti). Tante le defezioni anche per la Lazio che deve fare a meno di Luiz Felipe, Immobile e Cataldi oltre alle scelte di turn over: fuori Radu, Caicedo, Correa e Marusic. All’Olimpico la vittoria qualificazione ai quarti di finale (sfida all’Atalanta) la decidono due seconde linee: un veterano come Parolo (23′) e un nuovo acquisto che fin qui ha deluso come Muriqi (90′). Nel mezzo lo spavento del gol di Mihaila che rischiava di trascinare la sfida ai supplementari. Dopo l’ottima prova nel derby, la Lazio conquista la qualificazione col minimo sforzo. In vista del tour de force che la aspetta, per Inzaghi può andare bene.

Anche perché la serata di oggi ha permesso ai biancocelesti di sorridere. Fondamentale il ritorno di Senad Lulic, calciatore chiave per l’equilibrio della fascia sinistra e per quelli dello spogliatoio. Simone Inzaghi ritrova il suo capitano, un titolare e l’uomo spogliatoio per eccellenza. Ma non solo. Muriqi sbaglia qualcosa, lotta e alla fine si toglie la soddisfazione di un colpo di testa che propizia il gol, anzi l’autogol. Palla sul palo, sulla schiena di Colombi e autorete del portiere. Il tabù primo gol per l’ex Fenerbahce è ancora da sfatare ma dopo un pessimo girone di andata, il gigante kosovaro sfora forse per la prima volta la sufficienza. Per la nona occasione consecutiva, la Lazio supera gli ottavi di finale di Coppa Italia. Ora la sfida contro l’Atalanta, quasi un classico di spettacolo e gol negli ultimi anni. E sarà Inzaghi contro Gasperini per due volte in una settimana. Insomma, spettacolo assicurato.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio