Lazio, Inzaghi: “Papastathopuolus? Uno dei profili che stiamo vagliando”

Simone Inzaghi, Lazio - Foto Antonio Fraioli

“Dopo il derby è successo l’imprevisto di Luiz Felipe e anche quello di Luis Alberto, speriamo di recuperarli presto. Per il mercato ne stiamo parlando con la società, dobbiamo capire i tempi di recupero di Luiz Felipe. Ci stiamo guardando intorno perché in difesa abbiamo le rotazioni corte”. Lo ha dichiarato Simone Inzaghi, tecnico della Lazio, ai microfoni di Rai Sport al termine della vittoria con il Parma negli ottavi di finale della Coppa Italia 2020/2021. “Papastathopoulos? E’ uno dei profili che stiamo vagliando, ma il mercato di gennaio non è semplice. I giocatori che giocano con continuità le società difficilmente li danno. Noi stiamo vedendo la soluzione migliore per noi”.

“Queste non sono partite scontate, nel secondo tempo non abbiamo approcciato bene, abbiamo preso un gol rivedibile, abbiamo commesso un errore ma fortunatamente il gol di Muriqi ha chiuso la partita e andiamo ai quarti di finale con fiducia”. Così Simone Inzaghi, tecnico della Lazio ai microfoni di Rai Sport, dopo il successo sul Parma che proietta i biancocelesti ai quarti di finale di Coppa Italia. L’allenatore della Lazio, poi, si sofferma anche sulla prestazione di Muriqi e sul rientro di Lulic. “Muriqi non ha potuto fare ritiro con noi, ha preso il Covid, poi si è infortunato di nuovo. E’ in ritardo di condizione, si sta inserendo; è stato sfortunato nell’occasione del palo e ha fatto un gol da attaccante vero. Lulic, invece, è la nota più bella, meglio ancora della qualificazione. Sappiamo cosa ha passato, sta crescendo di condizione e non mi aspettavo entrasse così bene “, le sue parole.

Inzaghi, poi, ha detto la sua anche sulla sfida al Bayern Monaco. “I due grandi obiettivi erano di riconfermarci in Champions e di tornare agli ottavi. Il secondo l’abbiamo ottenuto, per il primo cerchiamo di colmare il gap. Abbiamo una partita sulla carta proibitiva, ma sono convinto che avendo tutti i giocatori a disposizione ce la saremmo potuta giocare”. Infine un pensiero sugli arbitri italiani: “Siamo fortunati. Ci possono essere domeniche dove un episodio può andare male, ma ho un ottimo rapporto con loro. Sono convinto che abbiamo arbitri competenti che ci aiutano. Anche stasera era un giovane e ha fatto gara di personalità”, ha concluso.