Inter-Lazio, Spalletti: “Mancata lucidità, non parlo degli episodi. Nainggolan e Perisic? Da recuperare”

Luciano Spalletti Luciano Spalletti - Foto Antonio Fraioli

Sconfitta bruciante per l’Inter, che viene eliminata dalla Coppa Italia dopo che la Lazio vince a San Siro ai calci di rigore. Una partita ricca di episodi discussi ed emozioni, analizzata poi da Luciano Spalletti ai microfoni di RaiSport.

Se lo fanno commentare ad un altro, mi fanno un favore – ha affermato il tecnico nerazzurro sul possibile rigore per la trattenuta su Skriniar nel primo tempo –  Ma non voglio entrare negli episodi, per me poteva essere rigore anche sulla spinta ai danni di Icardi dove abbiamo aspettato il Var.”

Sulla partita, Spalletti spiega: “All’inizio eravamo impacciati e ci siamo fatti prendere dalla frenesia, dopo siamo stati dentro la partita fino all’ultimo. E’ mancata un po’ di lucidità per far stancare la Lazio facendo girare la palla nel modo giusto. Non è un problema fisico, a questi livelli conta la testa e l’impatto emotivo.”

Alcune situazioni molto spinose all’interno dello spogliatoio nerazzurro riguardano Nainggolan e Perisic: “Nainggolan ha avuto una serie di infortuni, è un giocatore da recuperare. Per Perisic bisogna recuperare i ruoli e gli obblighi che ha un professionista, sono cose che succedono nel mercato. Ha avuto una proposta importante ed era disponibile ad andare, si è creata una tensione che adesso si attenuerà. Appena sarà presente con la testa, tornerà a giocare.”