Coppa d’Africa 2019: l’Algeria supera la Costa d’Avorio ai rigori e raggiunge le semifinali

Coppa d'Africa 2019

L’Algeria supera per 4-3 ai calci di rigore la Costa d’Avorio, dopo l’1-1 dei tempi regolamentari, nella sfida valida per i quarti di finale della Coppa d’Africa 2019. Gli algerini sono riusciti ad avere la meglio sugli avversari, conquistando un trionfo importante ai calci di rigore, pur avendo espresso un gioco ottimo anche nei tempi regolamentari. Dunque l’Algeria raggiunge le semifinali della competizione ed affronterà la Nigeria, in uno scontro che promette sicuri colpi di scena.

Il primo tempo si apre con una grande pressione in proiezione offensiva della Costa d’Avorio, sin da subito determinata a far bene e propositiva: al sesto minuto di gioco, Gradel inventa un destro a giro splendido che si stampa sul palo e accende ulteriormente i ritmi del match, forsennati dalle prime battute. L’Algeria palesa una maggiore maestria nell’amministrazione del possesso palla e crea delle elaborate azioni da gol con protagonisti Mahrez e Feghouli, le due personalità senza dubbio più tecniche della propria compagine. Al ventunesimo minuto, gli algerini sbloccano le marcature con una rete di ottima fattura di Feghouli, il quale si fa trovare pronto all’ingresso dell’area di rigore e finalizza un ottimo suggerimento arretrato di Bensebaini dalla sinistra, fulminando Gnohouo con un mancino letale. La Costa d’Avorio prova invano a reagire nei minuti successivi, imbastendo delle manovre sin troppo frenetiche e velleitarie e dunque l’Algeria ne approfitta per gestire con lucidità ogni situazione di gioco e sfiora più volte il raddoppio con meravigliosi spunti dalla destra di Mahrez. La prima frazione non regala ulteriori emozioni e termina con il prezioso vantaggio algerino.

Il secondo tempo inizia con un’emozione forte, in quanto la Costa d’Avorio deve subito fronteggiare un calcio di rigore per un’uscita imprecisa del proprio portiere, ma Bounedjah vanifica l’enorme opportunità per il raddoppio algerino calciando sulla traversa dagli undici metri. Gli ivoriani puniscono gli avversari al sessantaduesimo con Kodjia, che pareggia i conti sull’1-1 con un fendente di sinistro dal limite che supera un non perfetto M’Bohli nell’occasione specifica. Le due squadre provano ad affondare il colpo decisivo, ma da ambedue le parti l’obbiettivo principale è cercare di non subire un gol delicato, piuttosto che provare a segnarlo. L’occasione migliore capita sui piedi di Mahrez, il quale calcia a botta sicura di destro verso la porta ivoriana, ma un clamoroso salvataggio sulla linea di Bagayoko nega la gioia del gol all’algerino. La seconda frazione termina senza altre occasioni importanti e la sfida si prolunga ai tempi supplementari.

I supplementari non regalano la svolta tanto attesa e il match prosegue sino ai calci di rigore: dagli undici metri hanno la meglio gli algerini, che dimostrano maggiore freddezza e trionfano per 4-3 con errore decisivo di Serey Die.