Copa America 2019, Messi dopo l’espulsione: “Tutto deciso a tavolino in favore del Brasile”

Lionel Messi - Foto Agencia de Noticias ANDES CC BY-SA 2.0

Non termina la faida tra Leo Messi e il Brasile, anzi: la risonanza della discussione è stata amplificata in seguito al post-partita di Argentina-Cile 2-1, finale valida per il terzo/quarto posto della Copa America 2019 e, nella quale, il dieci argentino è stato espulso a causa di un diverbio con Gary Medel. Il cartellino rosso sarebbe per il capitano argentino la semplice conseguenza delle dichiarazioni anti-Brasile fatte in seguito a Brasile-Argentina 2-0.

Espulsione “fiscale” a detta di Messi per usare un eufemismo, dato che non c’è stata alcuna reazione da parte del nativo di Rosario, il quale ha dichiarato secondo Sky Sport quando segue in seguito alla premiazione (prontamente disertata): “Tutti hanno visto quello che è successo. Bastava un giallo ed era tutto a posto, ma ovviamente ho pagato le dichiarazioni di qualche giorno fa. Quel cartellino mi è stato dato per ciò che ho detto, è evidente. E’ semplice, non dobbiamo essere parte di questa corruzione. Brasile campione? Credo non ci siano dubbi. Sembra che purtroppo sia stato deciso tutto a tavolino. Spero che gli arbitri e la Var non influiscano e che il Perù se la possa giocare, ha dimostrato di essere competitivo. Ma onestamente la vedo difficile”.