UEFA, preoccupa il Portogallo: casi in aumento, si è pronti per un piano B

Uefa Logo

La UEFA non cambia i piani della fase finale della Champions League in programma a Lisbona ad agosto, ma sarebbe pronta a farlo. Come riportato dal quotidiano spagnolo Marca, l’evoluzione dell’epidemia in Portogallo ha messo in allarme la UEFA, che ha assicurato di essere in costante contatto con le autorità portoghesi e che al momento non c’è motivo di preparare un piano B, ma che si è pronti a ogni evenienza. Negli ultimi giorni i casi di coronavirus in Portogallo hanno ripreso a crescere, cosa che ha portato il governo a richiudere proprio la regione di Lisbona, la più colpita del paese.