Real Madrid, Ancelotti: “Penso alla finale di Champions, non a Mbappè. Ai miei giocatori non devo dire nulla”

Carlo Ancelotti, FOTO DELL'OLIVO

Carlo Ancelotti ha parlato della finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool durante il Media Day organizzato dall’Uefa. Il tecnico dei Blancos non ha risposto alle domande riguardanti il rinnovo di contratto tra Kylian Mbappè e il Psg: “Rispetto le decisioni e il lavoro di tutti, ma non parlo di giocatori che non sono del Real Madrid, penso solo alla finale – ha spiegato l’allenatore – Dobbiamo preparare bene questa partita, ma a molti giocatori non devo dire niente visto che alcuni giocheranno la loro quinta finale di Champions.”

A livello fisico c’è ottimismo: “Lo spogliatoio sta bene, siamo in buone condizioni e non sentiamo grande pressione. Se ripenso alla finale del 2014 c’era quasi un’ossessione perchè non vincevamo da tanto tempo. Ora è diverso, potrebbe essere un vantaggio per noi – prosegue Ancelotti – Dobbiamo mettere in campo qualità, impegno e motivazione come abbiamo fatto finora. Non abbiamo rivali per impegno e motivazione.”

Un rapporto molto particolare quello tra Ancelotti e il Liverpool: “Stimo molto questo club, ho allenato l’altra squadra della città e so che anche i miei amici milanisti ci tifano per non farli arrivare a sette Champions come loro. Nel 2005 è stata una tragedia, poi però nel 2007 mi sono preso la rivincita. L’anno scorso con l’Everton abbiamo vinto il derby ad Anfield dopo 21 anni.”