Juventus, Sarri: “Contro il Lione servirà lucidità. Cuadrado dall’inizio”

Maurizio Sarri, Juventus - Foto Antonio Fraioli

“Per passare il turno occorrerà una grande prestazione. Il Lione è una squadra che difende con efficacia e sarà una partita difficile. Dovremo giocare con grande lucidità e con pazienza. Non sarà possibile giocare con leggerezza domani, dovremo essere lucidi. Ronaldo? Si sta allenando nella maniera giusta, ieri ha fatto un gol bellissimo durante la seduta. Ha fatto tantissime partite in poco tempo e ha ripreso ad allenarsi con buona intensità e gran vigore”. Queste le parole di Maurizio Sarri alla vigilia della gara contro il Lione, valida per gli ottavi di finale di Champions League. “Era importante vincere lo scudetto e sarebbe bellissimo andare in Portogallo alle Final Eight quindi è una partita importante. Ci teniamo tantissimo. La mia ultima partita sulla panchina della Juventus? Nella nostra dirigenza non ci sono dilettanti o tifosi – ha proseguito il tecnico bianconero – Se si cambierà o si proseguirà a fine stagione lo si farà indipendentemente dal risultato”. Riguardo alle scelte di formazione ha aggiunto: “Non so se Dybala sarà recuperato. Proveremo a recuperarlo fino a domani mattina e vedremo il livello di disponibilità. Dovremo vederlo con lui e con i dottori. Higuain e Pjanic sono in crescita. Pjanic era un po’ stanco fisicamente e mentalmente ma negli ultimi tempi l’ho rivisto efficiente. Entrambi sono in crescita in questo momento. Cuadrado? Partirà dall’inizio, ma non so se dalla linea difensiva o offensiva. Vedremo domani”. Ciò che mancherà sarà l’uomo in più in campo, il pubblico sugli spalti: “Anche senza pubblico, le condizioni rimangono le stesse. Giocare la Champions senza i tifosi non è bello e speriamo che nell’arco di poco tempo il pubblico possa tornare negli stadi, perché è difficile mentalmente giocare sempre a porte chiuse”. Insieme all’allenatore della Juventus era presente in conferenza anche Leonardo Bonucci: “Dobbiamo pensare a noi senza ascoltare ciò che viene detto fuori. Stiamo bene e abbiamo ottenuto il nostro obiettivo principale di vincere lo scudetto. Siamo concentrati e vogliamo ribaltare il risultato domani sera. Abbiamo dimostrato in partite importanti come Inter e Lazio che possiamo far bene facendo un grande lavoro di squadra. Sono questi i dettagli che fanno la differenza”, ha concluso il difensore.