Champions League, Napoli: adesso il girone è in salita. Ecco tutte le combinazioni

di - 17 ottobre 2017
Kalidou Koulibaly
Kalidou Koulibaly - Foto Antonio Fraioli

Il Napoli rischia grosso. Mertens e compagni vengono sconfitti in casa del Manchester City, nel match valevole per la terza giornata della Champions League 2017/2018, e con la contemporanea vittoria dello Shakhtar Donetsk sul campo del Feyenoord il passaggio agli ottavi di finale si fa difficile, ma non impossibile.

CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO – Al momento la situazione del girone F è la seguente: il Manchester City comanda con agio con 9 punti, lo Shakhtar seguono a 6, il Napoli a 3 e il Feyenoord è fanalino di coda con 0 punti. La prossima giornata, mercoledì 1 novembre, al San Paolo i ragazzi di Maurizio Sarri ospiteranno il Manchester City mentre gli ucriaini affrontano gli olandesi. Dando per scontato che la squadra di Fonseca riesca a battere in casa il Feyenoord, la situazione per il Napoli è difficilissima.

BATTERE IL CITY O SPERARE NEL CITY – Insigne e compagni non hanno tanti calcoli da fare: devono provare a guadagnare punti nella prossima sfida del San Paolo per non trovarsi a sei punti di distacco dallo Shakhtar a due giornate dalla fine. In caso di sconfitta casalinga i tifosi napoletani hanno una sola speranza: battere Shakthar e Feyenoord (per 1-0 o con due gol di scarto almeno) e sperare che il Manchester City – già qualificato – vada a vincere anche in Ucraina alla sesta ed ultima giornata. In questo caso Napoli e Shakhtar finirebbero a nove punti appaiati e deciderebbe la differenza reti negli scontri diretti (in Ucraina finì 2-1). In caso di un pareggio nella sfida contro il Manchester City i ragazzi di Sarri potrebbero anche accogliere senza drammi un pareggio degli inglesi contro gli ucraini perché in questo caso il Napoli potrebbe finire a dieci proprio come lo Shakhtar. Ovviamente dando per scontato che gli ucraini battano a domicilio il Feyenoord, in caso contrario tutte le carte si rimescolerebbero.

ALMENO SEI PUNTI – In conclusione il Napoli deve per forza finire il girone almeno a nove punti battendo al San Paolo gli ucraini. Se non dovesse arrivare almeno un’altra vittoria contro Manchester City o Feyenoord i ragazzi di Sarri saluterebbero la Champions League per andare quasi certamente in Europa League.

© riproduzione riservata