Champions League 2017-18, Roma: ecco cosa serve per la qualificazione

Eusebio Di Francesco Eusebio Di Francesco - Foto Antonio Fraioli

Tre a zero. Di Francesco fa dimenticare Spalletti e fa meglio del collega toscano che nel 2008 superò il Chelsea di Scolari con il risultato di 3-1. Un gol che fa tutta la differenza del mondo perché la Roma continua a tenere la porta inviolata e lo fa contro i campioni d’Inghilterra in carica. Un’altra grande prestazione dopo quella dell’andata dello Stamford Bridge che avvicina, a scapito di tutti i pronostici, la qualificazione agli ottavi per i giallorossi. De Rossi e compagni raggiungono quota otto punti in classifica portandosi in testa al girone. Un punto sotto gli uomini di Conte, cinque quelli di Simeone.

A due giornate dal termine la Roma si prepara così alla trasferta del Wanda Metropolitano dove dovranno vedersela contro l’Atletico Madrid di Simeone. Basterebbe un punto alla Roma per assicurarsi la qualificazione con una giornata di anticipo ma i giallorossi sono consapevoli che non sarà facile nel nuovo stadio degli uomini di Simeone. Se il punto non dovesse arrivare la Roma dovrà rimandare l’appuntamento con la qualificazione all’ultima giornata contro il Qarabag in una partita per nulla facile. Gli azeri hanno ancora una volta dimostrato di non voler passare per vittime sacrificali. Roma avvisata.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio