Calcio, l’Italia femminile spera ancora nelle Olimpiadi. Malagò: “Gravina parlerà con Infantino”

Sara Gama Sara Gama - Foto Threecharlie CC BY-SA 4.0

“La Gran Bretagna non ha partecipato ai Mondiali di calcio e non è sportivamente giusto che abbia avuto più chance per qualificarsi con l’Inghilterra e le altre nazionali. Mi ha detto Gravina che ne parlerà direttamente con il presidente della Fifa Infantino il 16 luglio a Firenze”. Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malagò tornando sulla possibilità che l’Italia del calcio femminile abbia una nuova chance per ottenere il pass per i Giochi Olimpici del 2020. Il regolamento infatti prevede che le migliori tre squadre europee dei Mondiali in corso di svolgimento in Francia stacchino il pass per le Olimpiadi di Tokyo (Svezia, Olanda e appunto Gran Bretagna). Ma la qualificazione della Gran Bretagna grazie alla semifinale raggiunta dall’Inghilterra ai Mondiali “è un evidente non rispetto delle regole – ha aggiunto il numero uno dello sport italiano a margine della Giunta nazionale odierna al Foro Italico – Noi riteniamo che debba esserci un girone a tre per le squadre europee eliminate nei quarti di finale, cioè Italia, Francia e Germania insieme all’Italia, per giocarsi l’ultimo pass olimpico”.