Afghanistan, trentadue calciatrici della nazionale giovanile fuggite in Pakistan

Il pallone della Serie A Tim 2017-2018 - Foto Antonio Fraioli

Dawn, uno dei principali quotidiani di Islamabad, ha reso noto che trentadue calciatrici della nazionale giovanile dell’Afghanistan hanno raggiunto il Pakistan dopo essere riuscite a ottenere il visto per motivi umanitari. Il giornale ha raccontato che le ragazze hanno oltrepassato il confine la notte scorsa dopo essersi nascoste per quasi un mese, e inizialmente avrebbero dovuto inizialmente raggiungere il Qatar, dove già si trovano migliaia di rifugiati afghani ospitati in uno degli impianti realizzati per la Coppa del Mondo di calcio del 2022, ma erano rimaste bloccate in Afghanistan dopo l’attentato del 26 agosto all’aeroporto di Kabul.

Insieme alle calciatrici dovrebbero essere presenti anche le famiglie, per un totale di 115 persone. L’ong britannica Football for Peace è immediatamente intervenuta, e ha premuto sul governo e la Federazione calcistica del Pakistan.