Svincolato dal Manchester City, si suicida a 17 anni per depressione

Foto Antonio Fraioli

“La famiglia del Manchester City family annuncia tristemente di aver ricevuto notizia del decesso dell’ex calciatore del club Jeremy Wisten. Mandiamo le nostre più profonde condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. I nostri pensieri sono con voi in questo momento difficile”. Così il Manchester City ha annunciato la morte del suo ex giocatore Jeremy Wisten, suicidatosi a soli 17 anni a causa di una depressione che andava avanti da diversi mesi. Wisten, nato in Malawi ma cresciuto nel Regno Unito, aveva militato nelle file dei Citizens fino alla scorsa estate, quando il club aveva deciso di non rinnovargli il contratto. Da lì era iniziato un periodo di depressione che ha poi portato al tragico gesto.