Premier League 2017/2018, il Chelsea piega l’United: Conte salva la panchina

Anthony Martial, Ashley Young e Jose Mourinho - Foto Ardfern - CC-BY-SA-4.0

Vittoria di misura per il Chelsea nel posticipo dell’11a giornata di Premier League 2017/2018, Manchester United battuto col gol di Alvaro Morata nel secondo tempo. Antonio Conte riesce così a salvare la panchina dopo gli ultimi risultati negativi, e la stagione può ora prendere di nuovo il binario giusto. Sconfitta invece pesantissima per i Red Devils di Mourinho, che adesso vedono scappare a +8 in classificai rivali del City di Guardiola.

LA CRONACA – Una partita che inizia su altissimi livelli di ritmo e intensità, e in avvio le occasioni fioccano a ripetizione. Il primo gol arriva già al sesto minuto, ma l’arbitro Taylor annulla per un fallo in attacco di un incredulo Morata. Passano pochi minuti e i Red Devils rispondono con Rashford, che da buona posizione manda alto di testa a porta praticamente sguarnita vista l’uscita improvida di Courtois. Il Chelsea continua ad attaccare e spaventa due volte la squadra di Mourinho, prima con Bakayoko e soprattutto con l’occasione confezionata da Hazard, che tira a giro trovando la respinta di De Gea, sulla quale si fionda Fabregas, clamorosamente impreciso però da zero metri. C’è tempo per una conclusione insidiosa di Lukaku, poi il match prende una piega diversa e il tatticismo la fa da padrone.

Nella ripresa l’episodio che sblocca la partita: cross tagliato di Azpilicueta che pesca Morata tutto solo, colpo di testa dello spagnolo che non lascia scampo a De Gea per l’1-0. Girandola di sostituzioni e finale infuocato, ma i blues di Conte riescono a resistere con grande densità in zona difensiva e l’allenatore italiano evita così l’esonero. Mourinho perde e si allontana dalla vetta: il City di Guardiola, macchina quasi perfetta, è ora a otto punti di distanza.