Premier League 2017-18, Manchester City-Liverpool 5-0: i Reds umiliati da Guardiola

Sergio Aguero e Gabriel Jesus, Manchester City - Foto Football Coin Vimeo

Dopo il 4-0 rifilato all’Arsenal prima della sosta, è proprio il Liverpool a subire un’umiliazione contro il miglior Manchester City di questo inizio Premier League. Apre le marcature Aguero, Gabriel Jesus fa doppietta prima di uscire e lasciare il posto a Sanè, autore degli ultimi due gol. Espulso Manè a fine primo tempo a causa di un intervento a gamba tesa su Ederson.

L’inizio del match è caratterizzato da ritmi bassi e poche occasioni degne di nota. Il Liverpool controlla il possesso ma non riesce ad impensierire Ederson. I padroni di casa sono invece trainati da De Bruyne, sicuramente il più attivo tra i suoi nella prima frazione di gioco. Agli ospiti, come successo in numerose occasioni, manca il terminale offensivo capace di trasformare in rete una grossa percentuale di palloni toccati. Salah e Mane spingono senza sosta ma non hanno le qualità tipiche del rifinitore. Il tanto atteso strappo che rompe il ghiaccio arriva a cinque minuti dalla mezz’ora: verticalizzazione perfetta di De Bruyne che pesca Aguero in mezzo. Il kun brucia i centrali ospiti, supera agevolmente Mignolet e appoggia in rete. Il match cambia decisamente copione dopo il vantaggio dei padroni di casa. Al 37′ si complica ulteriormente la vita per i reds, che si ritrovano in dieci per l’espulsione di Manè, autore di un intervento a gamba tesa su Ederson, uscito per fermare l’avanzata rapidissima del senegalese. Nel lungo recupero, arrivato in seguito al lungo stop per l’infortunio del portiere citizen, arriva anche il raddoppio dei padroni di casa: ancora De Bruyne fa girare la testa ad Alexander-Arnold, trova lo spazio per il cross dalla sinistra che trova la testa di Gabriel Jesus, bravo ad anticipare tutti.

La ripresa è il teatro del crollo definitivo da parte dei reds. Gabriel Jesus firma la doppietta spingendo in porta un pallone regalatogli da Aguero, complice anche la totale assenza di difensori ospiti. Il brasiliano viene poi sostituito tra gli applausi del pubblico di casa, lasciando il posto a Leroy Sanè. E’ proprio il tedesco a siglare il 4-0, incrociando col sinistro dopo un rapido scambio con Mendy. A recupero iniziato è nuovamente l’ex Schalke ad entrare nel tabellino con un mancino fantastico dai 20 metri, che sancisce il definitivo 5-0 e l’umiliazione degli uomini di Klopp.