Premier League 2017-18, Crystal Palace-Man. City 0-0: Ederson para il rigore e salva Guardiola

Pep Guardiola - Foto Thomas Rodenbucher CC BY 2.0

Niente record, reti inviolate e tanta noia con il brivido finale. Il Manchester City, dopo 18 vittorie consecutive, viene fermato sul campo londinese del Crystal Palace per 0-0 nel programma della ventunesima giornata del campionato inglese della Premier League 2017-18. Poche occasioni da rete per i Citizens che non riescono a replicare il 5-0 del girone d’andata: pareggio senza gol grazie soprattutto alla parata di Ederson sul calcio di rigore di Milivojevic al 90°. Da segnalare un brutto infortunio per Gabriel Jesus che nel primo tempo ha abbandonato il campo per un problema al ginocchio

LA CRONACA – Primo tempo difficile per la formazione di Guardiola che prova ad amministrare il pallino del gioco non riuscendo a finalizzare. Sané, Jesus e Bernardo si muovono bene sulla trequarti ma in area di rigore manca la concretezza. Proprio Gabriel Jesus al 23° s’infortuna al ginocchio dopo un movimento involontario in uno scontro di gioco costringendo i Citizens al cambio immediato con Aguero. L’argentino entra bene nel match e l’occasione più ghiotta è la sua con un’accelerazione da fuori area, dribbling e conclusione col destro che viene deviata dalla difesa. Il pallone si alza a palombella e centra il palo della porta del Palace con l’estremo difensore ormai battuto.

Nella seconda frazione il Manchester parte bene nei primi minuti riuscendo ad impadronirsi della metà campo avversaria. Poche occasioni da rete create dalla squadra di Guardiola che rischia soprattutto nelle ripartenze feroci da parte dei padroni di casa. Townsend cestina clamorosamente l’1-0 calciando fuori a porta sguarnita mentre, al 90°, Sterling concede il calcio di rigore al Palace ma Milivojevic si fa ipnotizzare da Ederson.

Il 2017, dunque, si chiude con uno stop inatteso dopo la straordinaria cavalcata del Manchester. Il City si ferma a 18 di fila, a -1 dal record europeo detenuto dal Bayern Monaco nella stagione 2013-14, proprio con Guardiola alla guida. Un pizzico di amarezza comunque con la consapevolezza e la forza giusta per affrontare il 2018 da protagonisti: leadership da confermare in campionato e l’atteso salto di qualità in Champions League.

GABRIEL JESUS ABBANDONA IL CAMPO IN LACRIME

INTERVENTO KILLER DI PUNCHEON SU DE BRUYNE, ENTRAMBI FUORI IN BARELLA

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.