Portogallo, sospetti casi di evasione fiscale da parte dei club: la magistratura indaga

Andre Silva con la maglia del Portogallo - Foto Дмитрий Садовников - CC-BY-SA-4.0

La magistratura portoghese ha allargato l’inchiesta per alcuni presunti casi di violazione fiscale nel mondo del calcio. Così come informa la procura, sono state effettuate nuove perquisizioni anche nelle sedi di alcuni club, studi legali, banche ed altri uffici. Secondo i media locali, i club coinvolti sono il Braga e il Vitoria Guimaraes. I reati ipotizzati per queste pratiche sono, oltre all’evasione fiscale, anche la frode previdenziale e il riciclaggio di denaro.

Lunedì scorso era stato oggetto di una simile indagine anche il Porto. Per quest’ultimo l’indagine è per l’accusa di evasione fiscale che ha comportato il pagamento di commissioni per un totale di oltre 20 milioni in relazione ai trasferimenti di giocatori. L’offensiva giudiziaria scaturisce dall’analisi di atti e documenti sequestrati nel marzo nel 2020 durante l’ “Operazione fuorigioco”, un’indagine che riguarda diversi accordi nel calcio professionistico compiuti a partire dal 2015 e che avrebbero comportato atti volti ad eludere il pagamento delle tasse.