Germania, la Federcalcio condanna insulti razzisti contro Moukoko: “Tribunali lancino messaggio chiaro”

Scoppia la polemica in Germania dopo i gravi episodi di razzismo contro Youssoufa Moukoko, insultato dai tifosi di casa durante il match Under 19 tra Schalke 04 e Borussia Dortmund. L’attaccante ha messo a segno una tripletta, decisiva per la vittoria dei gialloneri per 2-3, subendo insulti razzisti da parte del pubblico con offese che sono state percepite anche dai telespettatori. La Federcalcio tedesca ha duramente condannato quanto accaduto attraverso le parole di Guenter Distelrath, presidente della Federcalcio della Germania settentrionale: “Gli insulti contro Moukoko sono inaccettabili, i tribunali lancino un messaggio chiaro e sarei grato se lo facesse anche una giurisdizione sportiva indipendente.”

A farli eco c’è l’ex calciatore Cacau, rappresentante dell’integrazione nella Federcalcio: “E’ sempre triste quando succedono queste cose e l’impressione è che negli ultimi anni stiano succedendo più spesso. Fermare la partita? Non dobbiamo capitolare davanti a queste persone, la cosa migliore sarebbe identificarle e vietare loro l’ingresso in qualsiasi stadio.” Lo stesso Moukoko è tornato sull’argomento su Instagram: “Sono orgoglioso di essere nato con questo colore della pelle e di #BlackLivesMatter”. Allo stesso tempo lo Schalke si è scusato sui social utilizzando l’hashtag #NoToRacism.