Caso Ronaldo, la mamma del ragazzo: “Perché dovremmo incontrarlo? Nulla da dirgli”

Cristiano Ronaldo - Foto Ajithpoison - CC-BY-2.0 Cristiano Ronaldo - Foto Ajithpoison - CC-BY-2.0

Non si placa la polemica attorno a Cristiano Ronaldo. Il giocatore del Manchester United, furioso per la sconfitta contro l’Everton, al termine della partita ha rotto il telefono di un tifoso dei Toffees, un ragazzo autistico di 14 anni di nome Jake. Il cinque volte Pallone d’Oro si è scusato per l’accaduto, invitando il ragazzo e la sua famiglia a Old Trafford. La mamma di Jake, Sarah, però ha negato di voler incontrare nuovamente CR7. Sarah ha infatti spiegato ai microfoni di Sky News di aver ricevuto l’invito, che non verrà accettato.

Non ho nulla da dirgli – ha detto Sarah -. Perché dovremmo andare a Old Trafford? Perché noi blues dovremmo andare a fare visita a un red? Se fosse stato davvero dispiaciuto, si sarebbe girato nel momento stesso in cui è successo, avrebbe raccolto il telefono di Jake e gli avrebbe chiesto scusa”. “E la cosa che mi ha fatto più ridere del suo messaggio è la parte sulla sportività, quando poi fai una cosa del genere a un ragazzino di 14 anni. Quella non è per nulla sportività” ha concluso la mamma del ragazzo.