Canizares attacca Guardiola: “Non so quando gli hanno trasformato il cervello”

Pep Guardiola Pep Guardiola - Foto football.ua CC BY-SA 3.0

Santiago Canizares, ex compagno di Pep Guardiola nella Nazionale spagnola, ha sferrato un duro attacco nei confronti del tecnico del Manchester City: “Guardiola? Mi fa male sentirlo parlare così della Spagna. Siamo stati insieme in nazionale, abbiamo pianto al mondiale 1994 quando l’Italia ci ha eliminato. Non so quando gli hanno trasformato il cervello. Prima si poteva parlare di politica, scherzare e divertirsi. Ora non si può più fare una critica”.

“Quand’è che Pep è cambiato? Che bisogno ha di fare così? Non è un cattivo ragazzo. Ma non so chi gestisce il suo cervello politico, non lo capisco. Pep ha detto che è sempre stato innamorato della Catalogna, ma né io né nessun altro lo abbiamo mai visto a disagio in nazionale. Io ho visto soltanto Oleguer andare a parlare con Aragones e dirgli che non poteva giocare con la Spagna, è l’unico che ha avuto il coraggio di farlo. – ha proseguito CanizaresGuardiola non ha mai fatto nulla del genere, era sempre contento quando veniva convocato e una volta ci siamo anche messi a piangere dopo una sconfitta. Non l’ho mai visto andare contro alla nazionale. Poi non so cosa gli sia successo, abbiamo perso i contatti. Abbiamo una chat con tutti quelli che sono andati alle Olimpiadi. Tutti tranne uno: Pep Guardiola. Non so, forse è perché ora è molto famoso, non lo critico perché non è nella chat, capisco che è molto stressato e non vuole sprecare il suo tempo. Ma ci sono tutti: Luis Enrique, Abelardo… E lui no”, ha concluso lo spagnolo.