Barcellona, Laporta: “Rinnovo Messi? Quando sarà il momento, lo saprete”

Leo Messi Leo Messi - Foto Дмитрии Садовников CC BY-SA 3.0

Quando sarà il momento saprete la notizia che tutti aspettiamo, il rinnovo di Messi. Non voglio parlare della trattativa e dei dettagli che restano, tutto sta andando avanti in modo adeguato. Siamo tutti molto soddisfatti dell’atteggiamento mostrato da tutte le parti. Messi ha sempre detto di voler rimanere e la trattativa sta andando avanti in questa direzione“. Queste le parole di Joan Laporta, durante la presentazione di Memphis Depay, a proposito del futuro del fuoriclasse argentino, il cui contratto col Barcellona è scaduto lo scorso 30 giugno. “Dobbiamo seguire le regole anche se crediamo che siano più rigide che in altri Paesi – ha proseguito riferendosi al monte ingaggi da abbassare per poter trattenere Messi – Ma siamo fiduciosi, speriamo di sistemare tutto al più presto. Anche da parte della Liga e del suo presidente c’è buona volontà”.

E su Griezmann: “Ha un contratto con noi per cui, a meno che non si presentino circostanze diverse, conteremo su di lui. Non possiamo negare che ci sia dell’interesse per il calciatore, giocatori come lui hanno mercato e noi stiamo cercando di costruire una rosa tenendo in equilibrio i conti. Ma con Antoine non c’e’ alcun problema, né come persona, né come professionista. Siamo aperti a tutto ma niente ci impedirà di allestire una squadra competitiva“. Mateu Alemany, direttore sportivo del Barcellona, si è invece soffermatyo su Umtiti e Pjanic: “Tutti al Barcellona conoscono la propria posizione. Pjanic e Umtiti sono due calciatori di livello, lo scorso anno hanno avuto poco spazio e conosciamo il pensiero dell’allenatore. Anche loro conoscono la propria situazione e stiamo valutando le possibilità di cessione. I primi interessati a una soluzione di questo tipo sono loro, per avere garanzia di maggiore continuità”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio