Atalanta, successo in amichevole contro il Pordenone: Piccoli show, decide Kovalenko

Robin Gosens, Atalanta - Foto Antonio Fraioli Robin Gosens, Atalanta - Foto Antonio Fraioli

L’Atalanta di Gian Piero Gasperini ha sconfitto il Pordenone in amichevole per 2-1, quindi di misura, dopo un incontro intenso e ben giocato da ambedue le compagini. Prima rete nerazzurra dopo 6′ con protagonista Piccoli, di ritorno dopo l’esperienza assolutamente positiva con la maglia dello Spezia, impreziosita dalla salvezza ligure. Colpo di testa letale del giovane attaccante italiano, più lesto di ogni altro calciatore sugli sviluppi di un corner orobico. Atalantini sin troppo sul velluto, però, e sorpresi dall’azione personale lodevole di un ottimo Pellegrini; finta, ancora un gioco di gambe e fallo da rigore di Palomino, ingenuo nell’occasione specifica. Tsadjout perfetto dal dischetto, Rossi sorpreso e penalty vincente dell’attaccante dei friulani: 1-1. Cambio di marcia bergamasco nel corso del primo tempo, con l’ingresso in campo di Ilicic, ispirato e beniamino del pubblico presente e urlante di gioia. A decidere la partita è un gol di Kovalenko, anch’egli subentrato e dunque intuizione di Gasperini, servito nel migliore dei modi da un determinante Piccoli, protagonista di ogni azione offensiva dei nerazzurri. Finale in piena gestione nerazzurra, con possesso alimentato dalla qualità di Cortinovis, tra gli altri, e successo al termine dei 90′ regolamentari. Da segnalare un’ottima performance del nuovo arrivato Lovato.

IL TABELLINO E LE PAGELLE