Youth League 2017-18: disastro Inter dal dischetto. Il Manchester City passa il turno

di - 20 febbraio 2018

Il Manchester City conquista ai danni dell‘Inter il passaggio ai quarti di finale della Youth League 2017/2018. Al termine dei 90° minuti regolamentari il risultato è 1-1 e la sfida dunque viene decisa ai rigori dove entrambe le squadre sbagliano più volte. I ragazzi di Vecchi torneranno in Italia con molti rimpianti dato che ben due volte hanno avuto l’occasione di chiudere la sfida dal dischetto. Dopo i calci di rigore il punteggio complessivo che premia gli inglesi è di 4-3.

CRONACA – I primi minuti della sfida sono privi di emozioni con le due squadre che si attendono. La gara però viene sbloccata alla prima occasione dai nerazzurri che con la rete di Emmers passano in vantaggio all’11°. Fatale per gli inglesi l’errore di Grimshaw che perde palla incredibilmente sulla pressione dei giocatori avversari. Nel quarto d’ora successivo Pinamonti va alla conclusione un paio di volte ma non trova la porta. Al 27° gli inglesi agganciano la parità dal dischetto, Bettella atterra in area Nmecha e proprio quest’ultimo dagli undici metri non fallisce. La squadra di Vecchi subisce un contraccolpo e soffre fino al termine della prima frazione anche se poco prima della pausa Bettella da pochi metri fallisce la palla dell’1-2.

Nel primo quarto d’ora della ripresa i ritmi sono bassi e l’unico lampo è una conclusione di Matondo bloccata da Dekic. Nel resto della frazione è sempre il City a fare la gara e solo gli interventi di Dekic riescono a permettere all’Inter di andare ai calci di rigore.

La lotteria dei rigori è un disastro da entrambe le parti. Dopo sei rigori il punteggio è di 2-2 con un rigore sbagliato a testa. Da qui inizia una serie di errori per entrambe le compagini e si arriva a quota sei consecutivi. L’Inter fallisce dunque due match point di cui uno con Lombardoni che prende il palo. A interrompere il digiuno ci pensa Zoubdi per gli inglesi e qualche istante dopo Bettella fallisce per l’Inter.

 

© riproduzione riservata