Regolamento Europei 2022 calcio a 5: chi passa a pari punti e come funziona in caso di parità

Italia-Ungheria, Calcio a 5 Qualificazione Mondiale - Foto Cassella/Divisione Calcio a 5

Gli Europei 2022 di Calcio a 5 sono alle porte e tra poche ore ci sarà il via alla competizione. In Olanda saranno 16 le squadre che si contenderanno lo scettro europeo che verrà assegnato nei palazzetti di Groningen e Amsterdam, la capitale. Presenti anche gli azzurri del Ct Bellarte, inseriti nel girone B insieme a Kazakistan, Slovenia e Finlandia. Dal 19 gennaio al 6 febbraio, data della finale, si affronteranno le migliori selezioni europee di Futsal. Vediamo adesso però, il regolamento della competizione.

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA COMPETIZIONE

IL CALENDARIO DELLA NAZIONALE ITALIANA

Fase a gironi: In caso di parità fra più squadre vengono applicati i seguenti criteri: a) maggior numero di punti nelle partite disputate fra le squadre in questione (scontri diretti); b) miglior differenza reti nelle partite disputate fra le squadre in questione; c) maggior numero di gol segnati nelle partite disputate fra le squadre in questione; se alcune squadre sono ancora a pari merito dopo aver applicato questi criteri, essi vengono riapplicati esclusivamente alle partite fra le squadre in questione per determinare la classifica finale. Se la suddetta procedura non porta a un esito, si applicano i seguenti criteri; a) maggior numero di gol segnati in tutte le partite del girone; b) calci di rigore, esclusivamente se solo due squadre hanno lo stesso numero di punti e si scontrano nell’ultima giornata (non utilizzato se più di due squadre hanno lo stesso numero di punti o se la loro posizione non è rilevante per la qualificazione; c) miglior condotta disciplinare (cartellino rosso = 3 punti, cartellino giallo = 1 punto, espulsione per doppia ammonizione = 3 punti); d) miglior coefficiente UEFA al momento del sorteggio.

Fase a eliminazione diretta: Nella fase a eliminazione diretta, in caso di parità dopo i tempi regolamentari, sono previsti i tempi supplementari e, in caso di ulteriore parità, i tiri di rigore, tranne nella finale terzo posto in cui non sono previsti.