WNBA, Elena Delle Donne: “Sto male ma mi costringono a giocare”

Elena Delle Donne Elena Delle Donne - foto Fiba.basketball

“Se non giochi, non prenderai lo stipendio”. Elena Delle Donne racconta il proprio dramma personale che sta vivendo negli Stati Uniti, dove la WNBA (la Lega di basket femminile) costringe la mvp della scorsa stagione a giocare a tutti i costi nonostante soffra da ormai dodici anni della malattia di Lyme, i cui sintomi spaziano tra febbre e paralisi facciale. La giocatrice italoamericana, a causa delle sue difese immunitarie basse, vorrebbe evitare di scendere in campo in piena pandemia da Covid-19, ma se si rifiuterà di giocare non avrà diritto allo stipendio.