Tokyo 2020, Basket: l’Italia dà battaglia all’Australia, ma non a rimbalzo: gli aussie vincono 86-83

Simone Fontecchio, Italbasket - Foto "fiba.basketball"

L’Italbasket è sconfitta dall’Australia per 86-83, in occasione della seconda partita del gruppo B del torneo olimpico di Tokyo 2020. Una commovente Italia tiene testa fino alla fine a un avversario sulla carta più forte. A livello di rimbalzi sicuramente: gli oceanici agguantano 16 rimbalzi offensivi contro i soli 6 dell’Italia, pescando 17 punti da seconda chance contro i nostri cinque. Gli ultimi a mollare sono Simone Fontecchio (22 punti) e Nico Mannion (21), mentre dall’altra parte sono ben cinque i giocatori in doppia cifra: Landale (18 con 7 rimbalzi), Mills (16, ma solo 6 su 17 al tiro) Kay (15 con 7 rimbalzi), Baynes (14 con 7 rimbalzi) e Ingles (14). La classifica del girone B recita ora Australia 2-0, Italia e Germania 1-1, Nigeria 0-2: decisiva per la banda di Sacchetti sarà quindi l’ultima partita contro gli africani.

TOKYO 2020, BASKET: IL PROGRAMMA DI TUTTE LE GARE

TOKYO 2020, BASKET: RISULTATI E CLASSIFICHE

TOKYO 2020, BASKET: IL REGOLAMENTO

IL MEDAGLIERE

CRONACA – Fontecchio e Tonut sbloccano gli azzurri, dall’altra parte rispondono dall’arco Mills e Baynes (5-6). Thybulle è il protagonista del primo break oceanico: prima serve Kay in contropiede, poi spara da oltre l’arco (9-13). Sulla schiacciata di Landale c’è il primo timeout chiamato da Sacchetti (15-21): una pausa che sortisce i suoi effetti, dato che  Moraschini attacca il fondo linea e serve da tre Tonut per il 18-21. L’Italbasket termina in crescendo la frazione: due liberi di Moraschini, tripla di Ricci e floater di Mannion (25-25).  L’avvio di secondo quarto è tutto del play dei Golden State Warriors: tripla dal palleggio e due liberi (30-25). L’Italia è tuttavia costretta al secondo timeout dopo la tripla di Baynes e la correzione di Kay (30-30). Melli subisce lo sfondamento e poi serve il taglio di Fontecchio (36-30), ma l’Australia accorcia sul -1 con la bomba di Ingles e la schiacciata di Landale. Polonara prende il volo correggendo un tiro in schiacciata. Ancora Polonair dal post regala agli azzurri il nuovo +5, ma Ingles è la luce dei suoi: altra tripla per l’ala dei Jazz. Il primo tempo si conclude con l’Italia avanti 45-44.

L’Italia parte bene a inizio secondo tempo con la tripla di Polonara e l’ankle-breaker di Mannion su Dellavedova (50-44). Poi Polonara si mangia due punti sbagliando una comoda schiacciata. Gli azzurri vanno in confusione e subiscono un parziale di 12-0 che neanche il timeout di Sacchetti riesce a limitare (52-58). E’ lo stesso Polonara a porre fine all’emorragia con una tripla, ma Mills risponde a sua volta dall’arco: 58-61. Il terzo quarto termina sul 62-65. Nel quarto quarto l’Australia allunga grazie a due rimbalzi offensivi che portano alle triple di Ingles e Landale (67-75). Fondamentale giocata dopo il timeout di Sacchetti per Fontecchio: tripla con fallo, a segno il libero, 71-75. Un altro rimbalzo offensivo, tuttavia, conduce alla bomba di Ingles (73-80). Mannion sigla sei punti di orgoglio nel finale, ma Thybulle e Mills sono infallibili dalla linea della carità. L’Australia vince con il risultato finale di 83-86.

ITALIA-AUSTRALIA 83-86 (25-25, 45-44, 62-65, 83-86)

TABELLINO ITALIA: Spissu 0, Mannion 21, Tonut 8, Gallinari 5, Melli 0, Fontecchio 22, Ricci 7, Moraschini 2, Vitali 6, Polonara 12, Pajola 0.

TABELLINO AUSTRALIA: Goulding 0, Mills 16, Green 0, Ingles 14, Dellavedova 2, Sobey 0, Thybulle 7, Exum 0, Baynes 14, Landale 18, Kay 15.