Tokyo 2020, Basket: Italia più forte delle triple della Nigeria, azzurri ai quarti. Finisce 80-71

Achille Polonara - Foto "Fiba.basketball"

L’Italbasket vince contro la Nigeria per 80-71, in occasione della terza partita del gruppo B del torneo olimpico di Tokyo 2020. La banda di Sacchetti centra l’obiettivo principale da quando è iniziata la spedizione nipponica: i quarti di finale. Uno stage che la nostra nazionale non raggiungeva da ben 17 anni all’interno dei Giochi, più precisamente da Atene 2004. Una vittoria arrivata col solito cuore grande come un capanna e nonostante le basse percentuali al tiro da tre punti (8 su 31). Un’imprecisione compensata dalle tante palle perse dalla Nigeria nel corso del match: 19 contro le 11 dell’Italia. Possiamo beneficiare di cinque giocatori in doppia cifra: Melli (15), Mannion (14), Polonara (13), Fontecchio (12) e Tonut (10). Per gli africani da segnalare una paurosa prestazione al tiro di Chimezie Metu: 22 punti per lui con 6 su 7 dall’arco.

TOKYO 2020, BASKET: IL PROGRAMMA DI TUTTE LE GARE

TOKYO 2020, BASKET: RISULTATI E CLASSIFICHE

TOKYO 2020, BASKET: IL REGOLAMENTO

IL MEDAGLIERE

CRONACA – Okpala apre la gara con due liberi, Melli segna i primi punti degli azzurri. Il primo strappo è piazzato dai nostri con quattro punti consecutivi: Tonut segna in penetrazione, poi semigancio di Polonara e timeout Nigeria sul 12-5. Simone Fontecchio colpisce dall’arco e poi in penetrazione: Italia avanti 17-5. La Nigeria trova qualche punto ma è sopraffatta dalle penetrazioni di Tonut e dall’and one di Mannion. Verso la parte finale del quarto arrivano anche i primi punti per Gallinari: il primo quarto si conclude con l’Italia avanti 29-17. Nel secondo quarto affrontiamo un’altra squadra: tripla dal palleggio di Metu, Okafor costruisce una bella azione dal poste costringe Sacchetti al timeout sul 29-22. La scena si ripete: ancora una tripla per Metu, ancora Okafor dal post, Nigeria a -2 con un parziale di 10-0 (29-27). Tonut sblocca l’Italia con una bella giocata, ma Metu dall’altra parte è on fire: 31-30. A rimbalzo offensivo Achiuwa trova tuttavia il primo vantaggio nigeriano, che ha tuttavia vita breve: Ricci trova dall’angolo una bomba importantissima, poi Tessitori trova canestro, fallo di Vincent e libero aggiuntivo: 40-36. Metu, nostro malgrado, non ha finito dall’arco: quarta tripla e primo tempo concluso sul 40-39.

L’Italbasket impatta bene il secondo tempo con Tonut e Melli, poi Polonara attacca il ferro per altri due punti (46-39). Si arriva tuttavia al timeout di Sacchetti dopo l’and one di Nwora e l’ennesimo movimento efficace dal post per Okafor (46-44). La Nigeria ha modo di sorpassarci con Nwora, il quale successivamente vola al ferro con un taglio backdoor. Metu continua a tartassarci dall’arco, nessuno poi taglia fuori Achiuwa a rimbalzo (54-60). che appoggia il nuovo -2 e poi il pareggio in contropiede: timeout Sacchetti. Bomba di Melli a sbloccare l’attacco azzurro. A fine terzo quarto l’Italia è sotto per 56-63. A inizio quarto quarto gli azzurri sono il volto della determinazione: Ricci a segno con la bomba in transizione, Fontecchio prima sigla il -1 dal post basso poi trova Melli sotto canestro (65-64). Il nostro capitano segna ancora dal post passo, poi Vitali arma dall’arco la mano di Polonara per il +6 (70-64). I nostri gestiscono il vantaggio prima di chiudere la partita a 27 secondi dalla fine con la tripla della staffa di Mannion: il play dei Warriors è poi infallibile dalla lunetta, così come Pajola. L’Italia ora deve solo attendere l’avversario riservato dai quarti di finale.

ITALIA-NIGERIA 80-71 (29-17, 10-22, 16-24, 24-8)

TABELLINO ITALIA: Mannion 14, Tonut 10, Gallinari 3, Melli 15, Fontecchio 12, Tessitori 3, Ricci 6, Moraschini 0, Vitali 0, Polonara 13, Pajola 4.

TABELLINO NIGERIA: Okpala 2, Agada 0, Metu 22, Emegano 0, Oni 3, Okafor 14, Okogie 2, Vincent 3, Nwora 20, Nwamu 0, Achiuwa 5.